Da Porta Nova al centro storico, in minimetrò, passando fra tradizioni e modernità: è la fiera dei morti che dopo oltre 30 anni è tornata, con una sezione, nel cuore della città,da questa mattina fino al 5 novembre.
A piazzale Umbria Jazz sono previsti 516 posteggi, mentre nel centro storico sono 60 gli operatori dislocati tra piazza della Repubblica, piazza Matteotti, viale Indipendenza (dalle scalette di Sant'Ercolano a Piazza del Circo), via Oberdan.
In piazza della Repubblica, in particolare, ci saranno stand riservati agli artigiani del centro storico che esporranno i loro prodotti di eccellenza, mentre in piazza Matteotti saranno presenti gli operatori delle città gemellate: Aix en Provence (specialità enogastronomiche, spezie, oli essenziali e stoffe), Tübingen (manufatti in feltro, caffè dolci), Bratislavia (cristalleria, decorazioni natalizie, tappeti) e Potsdam (stoffe dipinte con la tecnica di Blaudruk); in via Oberdan e via Sant'Ercolano protagonisti saranno invece i pittori locali con le loro opere.
Previste anche attività di animazione rivolte in particolare ai bambini, con giochi e bande musicali; in viale Indipendenza animazione e artigiani del legno, della ceramica e dell'argento; in piazza del Circo stand dedicati agli artigiani, all'enogastronomia, e spazi anche alla vendita di fiori e piante.
Saranno presenti 60 operatori di cui 37 artigiani, 19 enogastronomici, 4 floro vivaisti. Ad allietare le giornate, la musica della Bandaccia, dalla Banda del Calendimaggio e della filarmonica di Pretola, nonché le attrazioni scientifiche e tecnologiche del Post e, in particolare, per i bambini saranno presenti giocolieri, trampolieri e palloncini del "Circo Cercasi".
Sarà il sindaco Renato Locchi, con due inaugurazioni, a dare il via a questa edizione rinnovata: si comincia a Pian di Massiano alle 10 nel piazzale Umbria Jazz, quindi alle 11.30 in piazza Matteotti.
In occasione della fiera la circolazione stradale subirà qualche cambiamento. Al fine di consentire lo svolgimento della manifestazione, innanzitutto, è stato vietato il transito a tutte le categorie di veicoli in corso Cavour, nel tratto compreso tra il quadrivio S.Croce e viale Indipendenza, così come non si potrà transitare lungo viale Indipensenza nella parte occupata dai banchi della mostra mercato.
A poter circolare liberamente saranno soltanto i residenti. Lo svolgersi in contemporanea del mercato dell'antiquariato, della fiera dei morti e, domenica, del mercatino biologico, fa prevedere un notevole afflusso di persone nell'area del centro storico, tanto che la Polizia Municipale non esclude di dover adottare provvedimenti ulteriori, quali il divieto di transito da largo Cacciatori delle Alpi in direzione piazza Italia a tutte le categorie di veicoli, fatti salvi quelli dei residenti, possessori di permesso invalidi e pubblico interesse.
Per quanto invece riguarda l'area di Pian di Massiano è in vigore già da un paio di giorni il divieto di circolazione e di sosta con rimozione al parcheggio Porta Nova (ex piazzale Umbria Jazz).
In deroga a tale provvedimento sono autorizzati i veicoli
"costituenti attrezzature espositive e di vendita"
quelli degli operatori partecipanti alla fiera.
Da oggi fino al 5 novembre prossimi, divieto di circolazione e divieto di sosta con rimozione a tutte le categorie di veicoli anche in viale Giuseppe Meazza, nel tratto compreso fra viale Pietro Conti e la rotatoria "Meazza Nord".
Previste, anche in questo caso, alcune deroghe al provvedimento. Sono inoltre stati istituiti il senso unico di marcia e il divieto di fermata in alcune vie in prossimità della fiera.
Istituita la fermata dei mezzi del servizio pubblico urbano Apm in via D'Attoma, all'intersezione con viale Conti e in viale Giuseppe Meazza, su ambo i lati

dal Corriere dell'Umbria Sabato 1° Novembre 2008

0 commenti

Posta un commento

Altre News su Perugia Notizie

News della Provincia di Terni

Offerte di lavoro a Perugia e Provincia

Ultimi commenti su Perugia Notizie