Ad Umbria Jazz il progetto Axè

[...] Nel cuore pulsante della manifestazione, il palco principale, saliranno venti ragazzini figli delle favelas e della povertà. Brasiliani delle strade di Bahia, riuniti nel "Progetto Axè" e capitanati da Fiorella Mannoia. Saranno loro a chiudere il 18 luglio l'edizione di quest'anno. Ma non è tutto. La formazione brasiliana avrà anche modo di esibirsi prima del gran finale, in versione "marching band" per le vie del capoluogo umbro. Un sogno che diventerà realtà. Suonare, cantare, ballare e mostrare il proprio talento. Nonostante la sfortuna di essere nati nel lato sbagliato del mappamondo. Non semplice "solidarietà"umanitaria, ma ferrea volontà di far emergere nuove capacità. A sostenerlo, oltre a Umbria jazz, anche Conad Italia.
"é il seguito ideale di quanto fatto l'anno scorso con i Juakali Drummers di Nairobi in collaborazione con Amref che ha ottenuto un successo di pubblico clamoroso"
, spiega Carlo Pagnotta, direttore artistico di Umbria jazz. Poi l'anticipazione:
"Al concerto, oltre Fiorella Mannoia, ci saranno i musicisti brasiliani Hamilton D. Holanda e Yamandu Costa, il percussionista Giovanni Hidalgo e il batterista Horacio El Negro Hernandez."
Ancora. Perugia ospiterà, grazie alla partecipazione diretta del Comune, i ragazzi brasiliani per tutta la durata del festival. Aprirà loro le porte dei seminari del "Berklee College of Music" di Boston, che festeggia venticinque anni di esperienza in Umbria.
"Bahia è diventata la mia seconda casa"
, sottolinea Fiorella Mannoia. Poi aggiunge:
"Ho avuto modo di entrare in contatto con il progetto, un esempio importante di come si possa risolvere un problema drammatico come quello dei bambini di strada. Ho già avuto modo di cantare con i ragazzi e sono contenta di mettermi a disposizione di un'iniziativa così bella"
, conclude la cantautrice. Il talento inespresso o sottovalutato va trovato e messo in risalto. E Umbria Jazz lo sta dimostrando. Il contratto di sponsorizzazione con Conad dice molto. Altre tre edizioni. Tutte dedicate alla ricerca e alla promozione di nuovi personaggi, lontani nella geografia e ignorati dallo "show business". Però, per comprendere la scelta, bisogna prima capire da quanto lontano arriva la solidarietà. Il "Progetto Axè" è una organizzazione no profit che opera a Salvador Bahia dal lontano 1990 per recuperare i bambini di strada e dar loro un futuro diverso.
"In vent'anni sono stati accolti quasi diciottomila bambini."
Un numero che parla da solo. Tutti sono stati messi sulla via del recupero con la musica, la danza, la capoeira, le creazioni di moda e le arti visive. Insomma, con il talento si modifica un destino già scritto.
"Attualmente i ragazzi sono circa 900"
, sottolinea la nota dell'associazione, "tutti dai 4 ai 25 anni". Tornado ad Umbria Jazz, le notizie non finiscono qui. A completare il cartellone di quest'anno ci penseranno tantissime star. Nonostante l'abbandono di Leonard Cohen. E allora si aspettano in città Sonny Rollins, Pat Metheny, Mark Knopfler, Chick Corea, Manhattan Transfer, Enrico Rava, Stefano Bollani e Melody Gardot. Grande tradizione e coraggiose novità. Almeno per altri tre anni
Lorenzo Federici
Corriere dell'Umbria Martedì 20 Aprile 2010


"Il Comune di Perugia sostiene questo evento, perchè si inserisce bene in una idea di città accogliente e aperta al mondo. Credo inoltre che i concerti dei ragazzi di Axe' rappresentino bene un pezzo dell'identità di Umbria Jazz, che é anche un festival aperto a tutti, con tanti eventi gratuiti e un clima di festa". Lo ha detto Wladimiro Boccali, sindaco di Perugia, in riferimento ad una iniziativa speciale di Umbria Jazz, presentata stamani a Roma. Per tutta la durata del festival, dal 9 al 18 luglio prossimi, saranno ospiti a Perugia 20 giovanissimi artisti brasiliani del Progetto Axe', organizzazione che si occupa da anni del recupero dei ragazzi di strada. Alla conferenza stampa romana presente anche Fiorella Mannoia, testimonial di Axe', che sarà ospite dello spettacolo in cui s'intrecceranno musica, danza e capoeira attraverso il quale i 20 ragazzi metteranno la parola fine all'edizione 2010 della kermesse. "é il secondo anno - ha detto Boccali - che Umbria Jazz apre le sue piazze, tutti gli spettacoli di Axe' saranno gratuiti, alla scoperta di espressioni artistiche che vedono protagonisti ragazzi che cercano nella musica una possibilità di sfuggire ai rischi di emarginazione sociale e poverta"'. L'anno scorso, a cio' si riferiva il sindaco, ad Umbria Jazz arrivarono da una baraccopoli di Nairoibi venti giovanissimi percussionisti, i Juakali Drummers, che diedero vita ad eventi tra i più spettacolari e coinvolgenti dell'allestimento 2009.

pg/rg/bra
Avinews Martedì 20 Aprile 2010

2 commenti

  1. marcellina  

    22 aprile 2010 19:16

    sempre belle le collaborazioni della mannoia,nn ne sbaglia una, IL DESERTO dove duetta con bungaro è davvero bella...

    http://www.youtube.com/watch?v=JBf77CYoYhU

  2. Anonimo  

    26 aprile 2010 09:52

    Anche a me piace tantissimo "Il deserto", il duetto con Bungaro!

Posta un commento

Altre News su Perugia Notizie

News della Provincia di Terni

Offerte di lavoro a Perugia e Provincia

Ultimi commenti su Perugia Notizie