Concessionari di autoricambi in tilt e autisti nel panico. Tutto questo per le catene da neve che stanno diventando l'incubo degli umbri, a seguito delle ordinanze delle due Province che obbligano tutti gli automobilisti a tenerle obbligatoriamente a bordo. E dopo la raffica di multe dei primi giorni, è scattata la caccia alla catena giusta. Infatti, non tutte sono omologate e dunque non tutte sono a norma, e quindi passibili di sanzioni.
"Non tutte le catene in vendita rispettano le normative più recenti. - spiega Giuseppe Palmerini, proprietario della rinomata azienda di autoricambi perugina - Sul mercato purtroppo sono state immesse anche delle catene non omologate. Per esserlo devono riportare il codice V5117 e non Tuv e GF."
Una matrice che indica l'omologazione austriaca recepita dal codice italiano, che certifica che il prodotto risponde ai requisiti della legge.
"Si tratta di un codice che riguarda il prodotto catena - entra nel dettaglio tecnico Palmerini - e non la fabbrica che le produce."
Senza il codice corretto di omologazione, si rischia la sanzione. E anche per questo motivo, che negli ultimi giorni c'è stata una richiesta sproporzionata di catene da neve.
"In Italia sono praticamente finite. - fa sapere Palmerini - Noi siamo stati costretti ad ordinarle da alcuni contatti che abbiamo in Spagna: nei prossimi giorni ne arriveranno oltre diecimila serie per tutto il centro Italia. Cinquemila resteranno in Umbria. Il loro costo? 50-55 euro."

b. spe
Corriere dell'Umbria Mercoledì 28 Dicembre 2011

0 commenti

Posta un commento

Altre News su Perugia Notizie

News della Provincia di Terni

Offerte di lavoro a Perugia e Provincia

Ultimi commenti su Perugia Notizie