Siamo alla quinta edizione di Attravers… Arna e sentieri aperti: qualcosa che si pone a mezza via tra una passeggiata e un'escursione. Con rilevanti risvolti culinari, culturali e antropologici. Quest'anno sono cinque le scarpinate della domenica mattina che si propongono come strumento per la valorizzazione di un patrimonio materiale (il territorio e le sue risorse) e immateriale (costume, civiltà, bere, mangiare, modo di stare al mondo). Le menti pensanti dell'organizzazione sono il dinamico Lamberto Salvatori e l'infaticabile Daniele Crotti, d'intesa col Comune di Perugia, rappresentato dal vicesindaco Arcudi e dall'assessore all'Ambiente Pesaresi.
Della partita anche il pretolano Ecomuseo del fiume e della Torre, la comunità montana Monti del Trasimeno, le associazioni culturali Arnati. Ogni camminata prevede una quota di adesione di 5 euro, utile a coprire i costi di organizzazione e di ristoro.
Al termine di ogni percorso viene infatti servita una merenda consistente in un piatto tipico della zona. Nel territorio - precisa Salvatori della pro-Arna - esistono ben due preziose cisterne romane in stato di degrado, delle quali il Comune di Perugia è invitato a farsi carico. Invito raccolto dal vicesindaco Arcudi che ricorda come la spesa per il recupero della sentieristica ammonti già a 100.000 euro e altri 15.000 siano nelle poste di bilancio dell'anno in corso. La Pesaresi evidenzia la necessità di acquisire un più alto livello di civismo e ricorda due prossime iniziative pubbliche, imperniate sull'acqua e sull'uso della bicicletta.
Le camminate interessano Ripa (3 aprile), Pianello (10 aprile), Civitella d'Arna (8 maggio), Sant'Egidio (15 maggio) e Pilorico Paterno (29 maggio). Appuntamenti nella piazza principale del paese alle 8.30 per la registrazione, partenza alle 9
Sandro Allegrini
Corriere dell'Umbria Mercoledì 30 Marzo 2011

0 commenti

Posta un commento

Altre News su Perugia Notizie

News della Provincia di Terni

Offerte di lavoro a Perugia e Provincia

Ultimi commenti su Perugia Notizie