Il Palio delle Barche 2009 è ora biancoblù. Il Rione Centro Due ha dominato su tutti ieri pomeriggio tra le acque del lago Trasimeno. Un Palio che come al solito è stato vinto in acqua prima ancora che nel percorso di terra. É così che viene strappato dopo due anni di vittorie consecutive e 12 totali il predominio al Rione San Donato.
Andrea Bigerna, Daniele Giappichelli e la portabandiera Diana sono l'equipaggio che ha riportato il tanto agognato stendardo fra le mani dei loro contradaioli.
Una gara appassionante non priva di colpi di scena fin dai primissimi minuti, quando per la impetuosità della remata il remo si è spezzato tra le mani del rematore del Rione Centro i, fatto che necessariamente determina l'uscita dalla competizione.
L'ira dell'equipaggio beffato dalla sorte è stata visibile anche da terra dove sui è percepito quanto accadeva quando il ragazzo ha alzato il remo infranto verso il cielo in segno di resa.
Per quanto raro non è episodio nuovo alla storia del Palio, fu nel 1987 che stesso destino toccò allo storico equipaggio del centro due, coppia Bracci, Pieroni che peraltro erano in testa.
Oggi come allora il destino ha condizionato la gara visto che il Centro Storico è tra i favoriti ed in posizione competitiva.
É stato questo il momento determinante della corsa, dopo il quale il centro due che già conduceva ha messo le distanze tra se e gli avversari.
Giunto al pontile con sette secondi di vantaggio che poi ha aumentato con una prestazione a terra di tutto rispetto, dodici i secondi di vantaggio al momento della ripresa delle barche.
Di lì al pidocchietto era più che evidente quale sarebbe stato il risultato. La gioia dei bianco blu ha però atteso per esplodere il momento in cui Diana, stremata dalla corsa , in un gesto liberatorio ha posto la sua bandiera dentro l'anfora.
Una vittoria chiara, netta e pulita che non ha, rispetto alla scorsa edizione, suscitato polemiche nè tantomeno richiesto una lunga seduta dei giudici per decretare i vincitori.
Il Palio alle ore 21 è stato quindi consegnato dalle mani del sindaco Claudio Bellaveglia e dall'assessore alla cultura e turismo Luca Briziarelli nelle mani del capitano del Centro Due, Alessio Pedini.
La festa è poi esplosa per le vie del paese e fino a lunga notte sulle sponde passignanesi che proprio la sera prima erano state teatro di un altro suggestivo evento : la processione in acqua in onore di San Cristoforo , antica tradizione dei pescatori ora recuperata nel contesto del Palio.
Poco prima della mezzanotte tutte le migliaia di spettatori del palio hanno rivolto il naso all'insù in attesa del suggestivo spettacolo pirotecnico come ogni anno offerto e organizzato da amministrazione comunale e pro loco.
Un sipario che si chiude su un Palio per tanti aspetti più sentito e più emozionato degli altri, che ha unito i giovani e offerto molteplici spunti per migliorare sempre di più questa caratteristica manifestazione.
Appuntamento all'ultima domenica del luglio 2010

Sara Minciaroni
Corriere dell'Umbria Lunedì 27 Luglio 2009

0 commenti

Posta un commento

Altre News su Perugia Notizie

News della Provincia di Terni

Offerte di lavoro a Perugia e Provincia

Ultimi commenti su Perugia Notizie